Coni: Pescante, problema se è indebolito

"In questo momento lo sport italiano deve riflettere su quello che sta accadendo intorno a lui. È una cosa che preoccupa Bach e tutti noi. Un Coni indebolito non so come possa sostenere una candidatura". Lo dice Mario Pescante, ex presidente del Coni e membro uscente del Cio, riferendosi alla riforma del Governo che prevede la nascita di un nuovo ente denominato 'Sport e salute' al posto dell'attuale Coni Servizi. "Bisogna studiare un modo positivo per uscirne - ha aggiunto Pescante - sono cose da decidere con urgenza". A chi domanda se la riforma del Governo stia finendo per oscurare i discorsi sulla candidatura italiana alle Olimpiadi invernali 2026, Pescante risponde: "No, stiamo parlando proprio di questo, perché le due cose sono molto collegate, dobbiamo mostrarci forti. Ci vuole un'intesa salda con il Governo. Io il sottosegretario Giorgetti lo conosco da 14 anni, siamo stati insieme in Parlamento, è una persona moderata e ragionevole, oltre che uno sportivo".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Gambellara

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...